Il mondo di oggi pone continue sfide agli adulti per sopravvivere alla quotidianità: abbiamo poco tempo, siamo stanchi e carichi di preoccupazioni che, spesso, ci tengono lontani dal “mondo bambino”, facendoci guardare tutto con lenti adultocentriche. È comprensibile, la frenesia delle nostre vite è molto faticosa, tuttavia a lungo andare ne paghiamo il prezzo in benessere, in quanto la costante stimolazione annulla la spinta interiore naturale, nostra e dei nostri figli, silenziando creatività ed immaginazione e spegnendo la capacità di stupirsi di ciò che ci circonda.